You are here
La Massoneria femminile nel mondo nel nuovo libro di Mariano Bianca Italiano 

La Massoneria femminile nel mondo nel nuovo libro di Mariano Bianca

Una “dea madre” prenuragica, simbolo di energia primordiale che regola l’alterna vicenda della vita e della morte, caratterizza la copertina del nuovo libro del filosofo Mariano Bianca che nel suo ultimo saggio, in materia massonica ed esoterica, si occupa di donne e di Libera Muratoria. Viene spontaneo chiedersi il perché di questa scelta iconografica e, andando oltre le radici sarde dell’autore, è sufficiente rispondere che questa raffigurazione femminile si ritrova nel 94,7 per cento di ‘idoletti’ dell’arte preistorica della Sardegna, testimoniando, in linea con la tradizione europea e orientale, l’indiscutibile rilievo della donna, sin dai primordi, nella sfera del sacro.

“La Massoneria femminile nel mondo. Dalle Logge d’Adozione alle Grandi Logge Femminili” è il titolo del libro di Mariano Bianca, edito da Atanór, che percorre la storia della donna nell’ambito della Libera Muratoria. L’ammissione delle donne in Massoneria fu una questione che si pose sin dalla fondazione della ‘Massoneria Speculativa’ nel 1717 con la costituzione della Gran Loggia Unita d’Inghilterra che, seguendo fedelmente le regole della ‘Massoneria Operativa’, non ammise né ammette sino a oggi l’iniziazione femminile. Il processo che portò all’ammissione delle donne nelle logge massoniche fu molto lungo e spesso ostacolato dalle Massonerie maschili e solo nel XX secolo iniziarono a formarsi Grandi Logge interamente femminili. L’autore presenta un resoconto dello stato attuale della Massoneria femminile nel mondo partendo dall’ingresso di alcune donne nelle logge maschili nel XVIII secolo, dalla formazione delle logge cosiddette di “Adozione” tra Settecento e Ottocento sino alla costituzione delle Massonerie miste o co-Massonerie e delle Massonerie interamente femminili. Il libro contribuisce a definire una sezione della storia della Libera Muratoria moderna che si avvia a compiere, nel 2017, i trecento anni di vita.

Mariano Bianca, già Professore Ordinario di Filosofia Teoretica all’Università di Siena, si occupa di filosofia della mente, etica, epistemologia, metafisica e ontologia. Laureato in Filosofia e Logica matematica, ha soggiornato alcuni anni negli Stati Uniti dove ha svolto ricerca in Intelligenza artificiale e simulazione biologica e ha conseguito il Master of Sciences in Computer and Communication Sciences presso l’University of Michigan. Ha pubblicato molti saggi tra cui: Fondamenti di etica e bioetica (2000), Rappresentazioni Mentali e conoscenza (2005), Richiedere e pregare (2006), La mente immaginale (2009), Etica, eugenica e futuro della specie umana (2011), La propria mente e il sé (2014). Ha pubblicato molti articoli di massoneria ed esoterismo e nella casa editrice Atanòr ha pubblicato i saggi L’oltre e l’invisibile-meditazioni iniziatiche (2002) e Le colonne del tempio (2014).

Per maggiori informazioni: Visitare la fonte

Related posts